News
April 16 2010

Clima, Copenaghen per Scaroni un "flop", al via polo a Venezia



L'accordo raggiunto a Copenaghen sui cambiamenti non è stato un gran successo, anzi un vero "flop".

Non usa mezzi termini l'AD dell'Eni Paolo Scaroni, nel commentare i risultati del vertici di Copenaghen lo scorso dicembre, presente sull'isola di San Giorgio, a Venezia, per inaugurare l'International center for climate governance, nato dalla partnership fra Fondazione Enrico Mattei, Fondazione Giorgio Cini e Climate Policy initiative di George Soros. "Sulle questioni ambientali abbiamo subito un brutto colpo a Copenaghen. Il summit non è stato un gran successo, anzi è stato un flop. C'è bisoogno di un rinnovato sforzo e farlo da qui ci ridarà lo slancio di cui abbiamo bisogno", ha detto Scaroni.

Secondo Giovanni Bazoli, presidente della Fondazione Giorgio Cini, "questa è una collaborazione fra istituzioni prestigiose che avviene in un momento di grandissima importanza su una delle sfide più importanti che dovranno affrontare i governi. Siamo in una una fase delicata che non lascia intravvedere adeguate soluzioni".

Secondo il banchiere "questa fase vede lo scontro fra Nord e Sud del mondo, fra i paesi emergenti che non vogliono perdere la strada dello sviluppo e quelli industrializzati che non possono non sentirsi responsabilizzati" verso i cambiamenti del clima.

"Siamo in una sorta di stallo e ho l'impressione che siamo lontani dal trovare una soluzione in un momento in cui la scienza ci dice che è assolutamente urgente trovare una soluzione per impedire danni irreparabili e non più sostenibili", ha concluso Bazoli.

Il centro di Venezia con la sua attività di studi avrà l'obiettivo di favorire il dialogo fra scienza e istituzioni sul tema del cambiamento climatico.


Reuters Italia

FEEM Newsletter & Update

Subscribe to stay connected.

Your data will be processed by FEEM - Eni Enrico Mattei Foundation - Data Controller - to receive the Foundation's Newsletter & Update via e-mail. To send the requested information, the Data Controller uses e-mail sending service providers established in the U.S.A .: for this, your consent to the transfer of your email address to the U.S.A. is required, without which it will not be possible to comply with your request. We invite you to consult the complete information to obtain detailed information to protect your rights.