PRESSKIT
8 febbraio 2018

FEEM pubblica su Nature


Fonte: Fondazione Eni Enrico Mattei


Abstract

Eliminare i sussidi ai carburanti fossili non ridurrebbe le emissioni globali di CO2 ai livelli sperati e non promuoverebbe in modo significativo l’uso dell’energia rinnovabile. E’ quanto emerge dall’articolo “Limited emission reductions from fuel subsidy removal except in energy exporting regions” pubblicato sulla rivista scientifica Nature.

Lo studio, condotto da J. Jewell (International Institute for Applied Systems Analysis) con la collaborazione dei ricercatori della Fondazione Eni Enrico Mattei, J. Emmerling, L. Berger e M. Tavoni, indica che entro il 2030 le emissioni mondiali di CO2 calerebbero solo dell’1-5% rispetto a quelle previste mantenendo i sussidi, una riduzione significativamente inferiore a quella necessaria per rispettare gli impegni presi nell’ambito dell’accordo sul clima di Parigi.

L’eliminazione dei sussidi avrebbe poi ripercussioni significative sulla popolazione più povera del pianeta che, non potendo permettersi di passare dai carburanti fossili senza sussidi a quelli più avanzati, ricorrerebbe a legna e carbone, materiali dannosi alla salute che producono una quantità maggiore di emissioni. L’impatto prodotto dalla cancellazione dei sussidi potrebbe anche permettere ai paesi maggiori esportatori di carburanti fossili di rispettare i loro impegni per l’accordo di Parigi, ma a livello globale, per limitare le emissioni in modo significativo, è necessario un impegno maggiore e ulteriori strumenti di policy.

L’articolo è frutto della ricerca condotta nell’ambito del progetto ADVANCE (Advanced Model Development and Validation for Improved Analysis of Costs and Impacts of Mitigation Policies), finanziato dall’Unione Europea e coordinato dal Potsdam Institute for Climate Impact Research.

Link all’articolo su Nature

J. Emmerling, L. Berger, M. Tavoni
FEEM Climate and Sustainable Innovation Program

Fondata nel 1989, la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) è un centro di ricerca internazionale, no profit, orientato alla policy e un think tank che produce ricerca di alta qualità, innovativa, interdisciplinare e scientificamente rigorosa nell’ambito dello sviluppo sostenibile. La Fondazione contribuisce alla qualità del processo decisionale nelle sfere del pubblico e del privato attraverso studi analitici, consulenza alla policy, divulgazione scientifica e formazione di alto livello. Grazie al suo network internazionale, FEEM integra le sue attività di ricerca e di disseminazione con quelle delle migliori istituzioni accademiche e think tank del mondo.

Download file
Scarica il file PDF
Debate on Twitter
Download file
Scarica il file PDF
FEEM in Brief English/Italian
Download file
Scarica il file PDF
Press Release - Comunicato Stampa - English/Italian

FEEM Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato.

I Suoi dati saranno trattati dalla Fondazione Eni Enrico Mattei. – Titolare del trattamento – per ricevere via posta elettronica la newsletter della Fondazione. Il conferimento dell’indirizzo e-mail è necessario alla fornitura del servizio. La invitiamo a consultare la Privacy Policy per ottenere maggiori informazioni a tutela dei Suoi diritti.

Guarda questo
contenuto in inglese
Questo Sito utilizza cookie tecnici e analytics, nonché consente l’invio di cookie di profilazione di terze parti.
Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione sul Sito manifesti il tuo consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni e per esprimere scelte selettive in ordine all’uso dei cookie vedi la   Cookie PolicyOk