News
4 ottobre 2018

Presentato il rapporto ASviS 2018 sugli SDGs. FEEM contribuisce con il suo Indice di sostenibilità

Presentato il rapporto ASviS 2018 sugli SDGs. FEEM contribuisce con il suo Indice di sostenibilità


Presentato il Rapporto "L'Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile" di ASviS presso l'Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati. Il documento analizza l'avanzamento dell'Italia verso i 17 Sustainable Development Goals (SDGs), gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Onu. L'evento è un'occasione per identificare gli ambiti in cui bisogna intervenire per assicurare la sostenibilità economica, sociale e ambientale del modello di sviluppo italiano.

FEEM ha contribuito al Rapporto con l'SDSN Italia SDGs City Index, uno strumento elaborato dai ricercatori della Fondazione che consente il censimento della sostenibilità dei comuni capoluoghi di provincia italiani. L'indice fotografa il grado di raggiungimento dello sviluppo sostenibile a livello di comune capoluogo di provincia in Italia, integrando i concetti classici di sostenibilità a quelli specifici introdotti dall'Agenda 2030. L'SDSN Italia SDGs City Index rappresenta un importante strumento di policy, disseminazione e sensibilizzazione sui temi dello sviluppo sostenibile.

Il Rapporto è stato presentato da Pierluigi Stefanini ed Enrico Giovannini, rispettivamente Presidente e Portavoce dell'ASviS. E' intervenuto all'evento il Ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria.

Approfondimenti
Download file
Scarica il file
Leggi il Rapporto ASviS 2018
Download file
Scarica il file
Scopri di più sull'SDSN Italia SDGs City Index
links
Link
Leggi il programma!
links
Link
Consulta la nota stampa di ASviS

FEEM Newsletter & Update

Iscriviti per rimanere aggiornato.

I Suoi dati saranno trattati da FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei – Titolare del trattamento – per ricevere via posta elettronica Newsletter & Update della Fondazione. Per inviare le informazioni richieste il Titolare utilizza fornitori di servizi di e-mail sending stabiliti negli U.S.A.: per questo è necessario il Suo consenso al trasferimento del Suo indirizzo email negli U.S.A., in mancanza del quale non sarà possibile ottemperare alla Sua richiesta. La invitiamo a consultare l'informativa completa per ottenere le informazioni dettagliate a tutela dei Suoi diritti.