News
9 giugno 2020

La relazione tra inquinamento atmosferico e incidenza COVID-19 nel Nord Italia: uno studio congiunto a cura di Fondazione Eni Enrico Mattei, Università della Florida, Università degli Studi di Brescia e Università Cattolica

La relazione tra inquinamento atmosferico e incidenza COVID-19 nel Nord Italia: uno studio congiunto a cura di Fondazione Eni Enrico Mattei, Università della Florida, Università degli Studi di Brescia e Università Cattolica


Con più di 200 mila casi confermati e più di 30 mila morti, la diffusione del nuovo coronavirus in Italia ha avuto effetti terribili sulla salute. I numeri ufficiali sui contagi suggeriscono una forte concentrazione spaziale in alcune Regioni e alcuni fattori ambientali potrebbero anche aver aggravato la situazione. Le Regioni del Nord Italia più colpite dalla diffusione del coronavirus (Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna) sono anche le più densamente popolate e maggiormente industrializzate e inquinate. L’alto livello di emissioni di inquinanti atmosferici dovuto alle attività produttive situate in queste Regioni è almeno in parte responsabile della scarsa qualità dell’aria di questi territori. In questo lavoro un team di ricercatori appartenenti a quattro diversi enti di ricerca, tra cui la Fondazione Eni Enrico Mattei, ha esaminato la capacità della concentrazione di particolato nell’aria di spiegare la variabilità spaziale nella mortalità registrata nelle Regioni del Nord Italia durante la pandemia. I risultati del lavoro sono coerenti con le aspettative e indicano una relazione chiara tra particolato fine e mortalità da COVID-19: le evidenze che emergono dallo studio mostrano chiaramente che la relazione tra particolato e morti da COVID-19 va ben oltre la semplice correlazione geografica.

links
Link
Leggi lo studio

FEEM Newsletter & Update

Iscriviti per rimanere aggiornato.

I Suoi dati saranno trattati dalla Fondazione Eni Enrico Mattei. – Titolare del trattamento – per ricevere via posta elettronica Newsletter & Update della Fondazione. Il conferimento dell’indirizzo e-mail è necessario alla fornitura del servizio. La invitiamo a consultare la Privacy Policy per ottenere maggiori informazioni a tutela dei Suoi diritti.

Questo Sito utilizza cookie tecnici e analytics, nonché consente l’invio di cookie di profilazione di terze parti.
Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione sul Sito manifesti il tuo consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni e per esprimere scelte selettive in ordine all’uso dei cookie vedi la   Cookie PolicyOk