Workshop
22 gennaio, 2020

La transizione energetica: scenario internazionale e contesto italiano


Dove: Milano
Sede:

Fondazione Eni Enrico Mattei
Corso Magenta 63
Milano

Come raggiungere: Mappa di Google
Orario dell'evento:

14:00 - 16:30

Informazione:

Per partecipare è necessario registrarsi scrivendo a: events@feem.it

Speaker:

14:00-14:30 Registrazione
14:30 Saluti di benvenuto e introduzione a cura di:
Prof. Giulio Sapelli, Consigliere d’Amministrazione della Fondazione Eni Enrico Mattei
Interventi di:
- Prof. Alberto Clò, Direttore Rivista Energia
- Ing. Antonio Martini, Direttore Divisione VII - Interventi per Ricerca e Sviluppo, Ministero dello Sviluppo Economico
- Ing. Monica Spada, Senior Vice President Bio Development, Sustainable Mobility & Circular Economy, Eni
- Dott. Maurizio Malpede, ricercatore Università Bocconi e FEEM
- Ing. Giacobbe Braccio, ENEA e Dott. Francesco Cellini, Consiglio Nazionale delle Ricerche, in rappresentanza del gruppo di lavoro per il progetto Opportunità per la Basilicata
Moderatore: 
Dott. Eugenio Occorsio, editorialista de la Repubblica - L’Espresso
16:30 Conclusioni

Abstract

La transizione energetica è un processo complesso che richiede un mix di strumenti, molteplici tecnologie e fonti di energia, che consentono di ridurre o azzerare le emissioni di gas serra. Basti pensare ai grandi esempi internazionali come la Norvegia e il suo fondo sovrano. In Italia il MISE fotografa una situazione energetica in cui, nel futuro prossimo, il gas naturale avrà un ruolo primario, assieme alle fonti rinnovabili tradizionali, nella decarbonizzazione.

Le fonti rinnovabili si confermano una risorsa strategica per lo sviluppo del Paese anche in termini economici ed occupazionali e, nonostante i dati presentino le molteplici criticità della transizione, il cambiamento verso un modello di sviluppo sostenibile è un processo inesorabile che deve obbligatoriamente essere coerente con gli impegni assunti dall’Italia per il 2020 e rafforzati nel Piano integrato Energia e Clima 2030.

Un esempio significativo è quello della Basilicata dove da anni è presente una importante realtà legata alla estrazione e produzione di olio e gas, e sono state progettate molteplici iniziative per realizzare un modello di sviluppo sostenibile. Con questo impegno la Joint Venture che opera in Val D’Agri punta a trasformare la propria presenza nel territorio attraverso l’applicazione delle tecnologie più avanzate per la diversificazione economica, per la sostenibilità ambientale e grazie all’economia circolare. A tale scopo Eni ha sostenuto i centri di ricerca internazionali presenti sul territorio per finalizzare lo studio “Opportunità per la Basilicata”.

Con questo evento Assomineraria crea un’occasione per approfondire la conoscenza dei contenuti della discussione in atto, proponendo un momento di confronto fra accademici ed esperti di settore che parleranno dei problemi tecnologici ed economici tipici del tema della transizione e delle motivazioni e modalità dell’agire sociale delle imprese.

Approfondimenti
Download file
Scarica il file PDF
Leggi il comunicato stampa
Download file
Scarica il file PDF
Scarica l'agenda
Download file
Scarica il file PDF
Presentazione Dott. Maurizio Malpede
Download file
Scarica il file PDF
Presentazione Dott. Cellini e Ing. Braccio
Download file
Scarica il file PDF
Presentazione Prof. Alberto Clò
Download file
Scarica il file PDF
Presentazione Ing. Martini

FEEM Newsletter & Update

Iscriviti per rimanere aggiornato.

I Suoi dati saranno trattati dalla Fondazione Eni Enrico Mattei. – Titolare del trattamento – per ricevere via posta elettronica Newsletter & Update della Fondazione. Il conferimento dell’indirizzo e-mail è necessario alla fornitura del servizio. La invitiamo a consultare la Privacy Policy per ottenere maggiori informazioni a tutela dei Suoi diritti.

Guarda questo
contenuto in inglese
Questo Sito utilizza cookie tecnici e analytics, nonché consente l’invio di cookie di profilazione di terze parti.
Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione sul Sito manifesti il tuo consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni e per esprimere scelte selettive in ordine all’uso dei cookie vedi la   Cookie PolicyOk