Conferenze
29 settembre 2017

Premiazione del concorso e presentazione del dossier fotografico “Gli impatti dei cambiamenti climatici in Italia. Fotografie del presente per capire il futuro”


Dove: Venezia
Sede:

CFZ Cultural Flow Zone - TESA 1, Zattere al Pontelungo, Dorsoduro 1392, Venezia

Come raggiungere: Mappa di Google
Orario dell'evento:

29 settembre 2017 - ore 18:00

Informazione:

Ingresso libero. E’ gradita conferma di partecipazione a info@iccgov.org 

Abstract

Chi ha detto che i cambiamenti climatici possono essere raccontati solo dagli esperti?

Con il concorso fotografico “Gli impatti dei cambiamenti climatici in Italia. Fotografie del presente per capire il futuro”, l’ICCG rovescia la prospettiva. Non è più il mondo della ricerca a spiegare il problema in un modo che sia comprensibile e apprezzabile dal pubblico o dal mondo della politica.

Gli occhi stavolta sono quelli dei cittadini, delle persone, di chi vive e osserva nel quotidiano le trasformazioni indotte sul nostro ambiente e le nostre società dal clima che cambia: dalla riduzione dei ghiacciai montani alle alluvioni, dagli eventi estremi siccitosi alle ondate di calore. Immagini concrete, reali, presenti, scattate sul territorio italiano per documentare gli impatti dei cambiamenti climatici in Italia.

Le fotografie più significative pervenute tramite il concorso sono state incluse in un dossier fotografico, in grado di testimoniare che i cambiamenti climatici sono già reali, osservabili, tangibili, quantificabili. E, in quanto tali, urgenti da affrontare.

Il dossier rappresenta non solo un modo di guardare al cambiamento climatico attraverso gli occhi – o meglio, l’obiettivo – degli italiani, ma anche una testimonianza di come essi stessi lo interpretino, lo comprendano, lo temano e sentano la necessità di affrontarlo.

Nel corso dell’evento, l’autore della foto vincitrice del concorso sarà premiato dal Direttore ICCG e Presidente della Giuria, Prof. Carlo Carraro.

L’evento di premiazione e di presentazione del dossier sarà anche l’occasione per discutere con i ricercatori dell’ICCG e alcuni membri della giuria il tema degli impatti dei cambiamenti climatici in Italia e delle azioni di adattamento necessarie, partendo dall’osservazione delle foto ammesse al concorso.

L’evento è organizzato dall’ICCG, in collaborazione con Università Ca’Foscari Venezia, nella cornice di Venetonight 2017, la Notte Europea dei Ricercatori.

Venetonight – la Notte Europea dei Ricercatori in Veneto

La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che dal 2005 fa incontrare i ricercatori con il grande pubblico in differenti città europee in una stessa data di fine estate: il quarto Venerdì di Settembre.

La Notte Europea dei Ricercatori rappresenta un’occasione straordinaria per avvicinare, in modo divertente, il pubblico di ogni età al mondo della ricerca, per aprire uno spazio di incontro e dialogo con i cittadini e per sensibilizzare i giovani alla carriera scientifica.

Il 29 Settembre 2017, in differenti città europee, i cittadini avranno l’opportunità di visitare strutture di ricerca che di solito non sono aperte al pubblico, utilizzare le più recenti tecnologie con la guida dei ricercatori, partecipare ad esperimenti, concorsi, dimostrazioni e simulazioni, scambiare idee e fare festa con i ricercatori.

Per approfondire: www.venetonight.it

Download file
Scarica il file PDF
Scarica l'agenda!

FEEM Update

Iscriviti per rimanere aggiornato.

I Suoi dati saranno trattati dalla Fondazione Eni Enrico Mattei. – Titolare del trattamento – per ricevere via posta elettronica la newsletter della Fondazione. Il conferimento dell’indirizzo e-mail è necessario alla fornitura del servizio. La invitiamo a consultare la Privacy Policy per ottenere maggiori informazioni a tutela dei Suoi diritti.

Questo Sito utilizza cookie tecnici e analytics, nonché consente l’invio di cookie di profilazione di terze parti.
Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione sul Sito manifesti il tuo consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni e per esprimere scelte selettive in ordine all’uso dei cookie vedi la   Cookie PolicyOk