Briefs
2020.01
Date: January 2020

Le azioni politiche Italiane sono in grado di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 1,5°C?


Authors:
Pietro Spataro (Fondazione Eni Enrico Mattei, LUMSA); Laura Cavalli (Fondazione Eni Enrico Mattei); Sergio Vergalli (Fondazione Eni Enrico Mattei)

Abstract

Il riscaldamento globale è senza ombra di dubbio una delle principali sfide del secolo e per contrastare i potenziali effetti negativi è imperativo limitarne l’innalzamento mediante l’introduzione di obiettivi di decarbonizzazione. In tale contesto internazionale, questo lavoro analizza l’efficacia e la coerenza delle politiche italiane di mitigazione del cambiamento climatico nel limitare la risalita delle temperature globali al di sotto dei 2°C e dell’1,5° C. L’analisi delle politiche nazionali e di numerosi scenari, quali gli RSE NDC_90 e Early Action_90, l’IEA B2DS e l’IPCC SR1.5 P1, evidenzia la lontananza delle strategie correnti dall’obiettivo 1,5°C e introduce la necessità di una rapida riorganizzazione politica, sociale ed economica a partire dal 2030 per il raggiungimento dell’obiettivo 2°C. Questo documento identifica potenziali pratiche per risolvere le mancanze delle politiche italiane nei settori emittenti dell’energia, dei trasporti, dell’edilizia, dell’industria e dell’agricoltura.

Download file
Download file
Le azioni politiche Italiane sono in grado di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 1,5°C?

FEEM Newsletter & Update

Subscribe to stay connected.

Your data will be processed by FEEM - Eni Enrico Mattei Foundation - Data Controller - to receive the Foundation's Newsletter & Update via e-mail. To send the requested information, the Data Controller uses e-mail sending service providers established in the U.S.A .: for this, your consent to the transfer of your email address to the U.S.A. is required, without which it will not be possible to comply with your request. We invite you to consult the complete information to obtain detailed information to protect your rights.