News
April 16 2010

Clima: dopo il "flop" di Copenaghen si riparte da Venezia



“Abbiamo subito un brutto colpo. Copenaghen non e’ stato un gran successo e c’è bisogno di rinnovare i nostri sforzi e farlo da qui ci ridara’ lo slancio di cui abbiamo bisogno”. Queste sono le parole di Paolo Scaroni, Presidente della Fondazione Eni Enrico Mattei e A.d. di Eni, in occasione dell’International Center for Climate Governance. L’iniziativa, che si pone l’obiettivo di aiutare i governi ad affrontare un problema come il cambiamento climatico fornendo loro un luogo d’incontro e di dibattito, si è svolta oggi a Venezia presso la nuova sede della Feem sull’isola di San Giorgio Maggiore. Oltre a Scaroni, ed ovviamente alla sua sua Fondazione, erano presenti il presidente della Fondazione Giorgio Cini, Giovanni Bazoli, e come partner di supporto la Climate Policy Initiative di George Soros.

Secondo Balzoli proprio Venezia “rischia di essere fra le prime a subire l’influenza dei cambiamenti climatici“. Il professore bresciano ha poi aggiunto: “Questa è una collaborazione fra istituzioni prestigiose che avviene in un momento di grandissima importanza su una delle sfide più importanti che dovranno affrontare i governi. Siamo in una una fase delicata che non lascia intravvedere adeguate soluzioni. Questa fase vede lo scontro fra Nord e Sud del mondo, fra i paesi emergenti che non vogliono perdere la strada dello sviluppo e quelli industrializzati che non possono non sentirsi responsabilizzati verso i cambiamenti del clima”.

Scaroni ha poi aggiunto: “E’ una collaborazione che ci portera’ lontano su un terreno strategico per il nostro futuro: per un’azienda che fa energia, i temi della sostenibilita’ e quelli della riduzione delle emissioni di Co2 sono a centro pista; lo facciamo in tanti campi e c’e’ anche un’attivita’ di studio”.

L’esperienza acquisita nel corso degli anni di attività dalle due fondazioni permetterà al nuovo centro di studiare le politiche e il mutamento climatico da una prospettiva multidisciplinare che spazierà da quella socio-economica a quella culturale fino ad arrivare a quella politica. Compito principale del Centro sarà quello di analizzare le complessità relative ad un argomento così delicato e contribuire ad elaborare nuove formule di governo per le politiche legate al clima.


Roberto D'Amico
NewsNotizie.it

FEEM Update

Subscribe to stay connected.

Your personal data will be processed by Fondazione Eni Enrico Mattei. – data Controller – with the aim of emailing the FEEM newsletter. The use of Your email address is necessary for the implementation of the newsletter service. You are invited to read the Privacy Policy in order to obtain additional information about the protection of Your rights.

This Website uses technical cookies and cookie analytics, as well as “third party” profiling cookies.
If you close this banner or you decide to continue navigating on this Website, you express consent to the use of cookies. If you need additional information or you wish to express selective choices on the use of cookies, please refer to the   Cookie PolicyI agree