Sede

Biblioteca

La Biblioteca della Fondazione Eni Enrico Mattei ha un patrimonio di circa 5.000 volumi.

Dal 2015 è possibile consultare on-line dai computer della Biblioteca la collezione completa di riviste Science Direct Corporate Edition di Elsevier (circa 2500 titoli). Tutti i titoli in elenco sono consultabili sulla piattaforma ScienceDirect e scaricabili full text dal gennaio 1995 ad oggi.

Gli utenti sono tenuti all’osservanza del Regolamento della biblioteca:

1. ACCESSO

La Biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

L'accesso alla Biblioteca della Fondazione Eni Enrico Mattei è consentito solo previa richiesta di appuntamento.
La richiesta può essere inoltrata via e-mail o telefonando allo 02-52036953.
La Fondazione Eni Enrico Mattei si riserva il diritto di negare l'accesso e la consultazione del materiale richiesto.
I dati personali e le altre informazioni richieste saranno utilizzati esclusivamente per fini interni, secondo quanto indicato nella specifica informativa

L'accesso è consentito esclusivamente a chi deve consultare materiale della Biblioteca. Per ottenere l'autorizzazione all'accesso alla Biblioteca, è necessario presentare il badge identificativo in distribuzione presso la portineria, previa consegna di documento di identità. Borse e cartelle debbono essere lasciate in custodia in portineria. E’ severamente vietato fumare e introdurre cibi e bevande in Biblioteca. E' altresì vietato l'uso di telefoni cellulari. La Fondazione non si assume alcuna responsabilità per eventuali furti di oggetti personali.

2. CONSULTAZIONE

L’utente ha libero accesso agli scaffali. Dopo la consultazione, il materiale deve essere riposto sul carrello dei libri oppure lasciato sui tavoli. Non è ammessa in alcun modo la consultazione al di fuori dei locali della Biblioteca. Non è ammesso in alcuna forma il prestito esterno.

3. FOTORIPRODUZIONE

L’utente si assume ogni responsabilità per l’uso del materiale riprodotto.

La fotocopiatura integrale di opere librarie soggette alla normativa sul diritto d’autore costituisce reato ai sensi dell’art. 68 e dell’art. 171 della legge n. 633 del 22/04/1941.

Art.68: E' consentita, conformemente alla convezione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche, nei limiti del 15% di ciascun volume o fascicolo di periodico, escluse le pagine di pubblicità, la riproduzione per uso personale di opere dell’ingegno effettuate mediante fotocopia, xerocopia o sistema analogo.

Biblioteca . Milano
Responsabile
Emanuela Ragnolini

Approfondimenti:

Aree di interesse
Vedi tutto
Guida alle collezioni
Vedi tutto
Riviste
Vedi tutto
Cataloghi e strumenti di ricerca
Vedi tutto
OPAC
Vedi tutto

NEWSLETTER FEEM

Iscriviti per rimanere aggiornato.

Guarda questo
contenuto in inglese
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk