Pubblicazioni
FEEM pubblica sulla rivista scientifica Nature Climate Change
Next
F. Bosello presenta un suo recente WP FEEM sull'incertezza e la stima dei costi di adattamento in caso di danni da cambiamento climatico
Next
Equilibri compie 20 anni
Next
A. D'Aprile presenta il suo ultimo FEEM WP sulla cattura e lo stoccaggio del carbonio
Next
S. Santato presenta il suo ultimo FEEM WP sul regime delle concessioni di derivazione dell'acqua
Next
M. Davide presenta il suo recente FEEM WP che analizza gli INDCs
Next
FEEM Press su “La Turchia come hub nei mercati regionali del gas”
Next
FEEM pubblica sulla rivista scientifica Environmental Research Letters
Next
Il modello WITCH 2016
Next
Rapporto su scenari di decarbonizzazione in Italia
Next
FEEM pubblica sulla rivista scientifica Nature Energy
Next
Inforgrafiche dell'impegno di FEEM nella ricerca sul cambiamento climatico
Next
 
Feem News
FEEM pubblica su Nature Climate Change

L’accordo di Parigi conclude un percorso di sei anni verso una politica climatica basata sulla presentazione di piani nazionali di azione per contrastare il cambiamento climatico. Ma come dovranno essere valutati e confrontati i diversi contributi? Questo è il focus dell’articolo “Economic tools to promote transparency and comparability in the Paris Agreement” pubblicato online dalla rivista Nature Climate Change. L’articolo è co-autorato dai ricercatori FEEM Lara Aleluia Reis, Carlo Carraro e Massimo Tavoni, in collaborazione con importanti ricercatori internazionali.

Next
Come calcolare un premio per il rischio in caso di cambiamento climatico?

In questo working paper FEEM, A. Markandya, E. De Cian, L. Drouet, J. M. Polanco-Martìnez e F. Bosello propongono una metodologia per calcolare un premio per il rischio in caso di cambiamento climatico.
"In caso di incertezza rispetto ai costi dei danni causati dal cambiamento climatico, è vero che le persone vogliono proteggersi contro un danno “medio”? Noi dimostriamo che in realtà non lo è, perché le persone sono avverse al rischio e hanno una percezione aumentata del danno. Nel paper quantifichiamo questo “incremento” e ri-analizziamo la decisione di mitigare o di adattare alla luce di questa correzione".

Next
Equilibri compie 20 anni

Nata nel 1997 dalla collaborazione tra la Fondazione Eni Enrico Mattei e il Mulino, in 20 anni Equilibri ha contribuito alla definizione di sviluppo sostenibile, mostrandone le complesse implicazioni, economiche, sociali e politiche.

Scopri tutti gli argomenti trattati da Equilibri in questi 20 anni e il poster del ventennale!

Next
Il ruolo dei combustibili fossili negli investimenti per le rinnovabili

Washington Post e Houston Chronicle citano il working paper FEEM e NBER “Bridging the Gap: Do Fast Reacting Fossil Technologies Facilitate Renewable Energy Diffusion?”.  Lo studio della ricercatrice FEEM Elena Verdolini, in collaborazione con Francesco Vona (OFCE Sciences-Po e SKEMA Business School) e David Popp (Syracuse University e NBER),  analizza il ruolo svolto dalle tecnologie per la generazione di energia dai combustibili fossili nel sostenere gli investimenti per le energie rinnovabili.

Next
Progressi e ostacoli nello sviluppo della tecnologia per la cattura e lo stoccaggio del carbonio

Questo working paper FEEM di A. D'Aprile esplora i progressi e gli ostacoli allo sviluppo della tecnologia di Cattura e di Stoccaggo del Carbonio (CCS) in anni recenti, quali vincoli economici, complessità della regolamentazione e fattori politici e ambientali.
La tecnologia CCS fatica a emergere come scelta low carbon per i governi e gli investitori. Gli sforzi nazionali e internazionali post-COP21, così come le politiche e il contesto locali, giocheranno un ruolo sempre più critico nella fase successiva di sviluppo su larga scala.”

Next
Il regime delle concessioni di derivazione dell'acqua in Italia merita una riforma?

In questo working paper FEEM, S. Santato, J. Mysiak, e C. Dionisio Pérez-Blanco analizzano il regime delle concessioni di derivazione dell’acqua nel bacino idrografico del fiume Po.
"In Italia è auspicabile un regime più flessibile per le concessioni di derivazione dell’acqua in considerazione della prevista riduzione della disponibilità dell’acqua, la maggiore variabilità climatica, la crescita della popolazione e lo sviluppo economico."

Next
Approcci alternativi per la valutazione degli INDCs: un'analisi comparativa

In questo working paper FEEM, M. Davide e P. Vesco analizzano gli INDCs presentati dalle Parti nel contesto della Conferenza di Parigi.
"La nostra analisi evidenzia come, oltre all'efficacia in termini di riduzione delle emissioni, altre dimensioni, come la coerenza e l'equità, siano altrettanto importanti nella valutazione complessiva degli INDCs e dell'Accordo di Parigi".

Next
Il lancio di "SDG Index and Dashboards – Global Report“

Il Sustainable Development Solutions Network delle Nazioni Unite (UNSDSN) ha lanciato “SDG Index and Dashboards – Global Report“. Il report, pubblicato con Bertelsmann Stiftung, è orientato ad aiutare i Paesi nell’identificare priorità e azioni da attuare per meglio perseguire il raggiungimento dei Sustainable Development Goals (SDGs) entro il 2030.  In questo contesto, il 27 settembre 2016 a Milano presso la sede della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM), istituzione ospite di SDSN Italia, il nodo italiano di UNSDSN, sarà organizzato il workshop internazionale “Analytical Tools and Methods to Evaluate Impacts of Public Policies on Sustainable Development Goals”. L’evento servirà ad approfondire alcuni dei principali risultati nell’ambito dei modelli di ricerca sulla valutazione delle politiche adottate dai Paesi per perseguire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, tra cui “SDG Index and Dashboards – Global Report”.

Scopri di più, visitando sdgsindex.org (in lingua inglese)!

Next
E' uscito il numero 1.2016 della Rivista EQUILIBRI sull'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

L’Agenda 2030 e gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile approvati dalle Nazioni Unite nel 2015 sono il tema centrale dell’ultimo numero di Equilibri, la rivista pubblicata dalla Fondazione in collaborazione con il Mulino.  Clicca per scaricare gratuitamente l’articolo di apertura, che è l’estratto di un intervento del Professor Jeffrey D. Sachs, Direttore del Sustainable Development Solutions Network (SDSN) delle Nazioni Unite e dell’Earth Institute, Columbia University.

Next
Finanza per il clima: verso un'economia resiliente e low-carbon

La nuova video-lezione dell'International Center for Climate Governance (ICCG) di FEEM, a cura di Christopher Knowles, Head of Climate, Banca Europea per gli Investimenti (EIB), illustra alcuni degli strumenti più efficaci per indirizzare gli investimenti verso progetti a bassa intensità di carbonio e per finanziare la transizione verso un'economia resiliente al cambiamento climatico.

Guarda il video (in lingua inglese con sottotitoli in italiano)!

Next
I Progetti Territorio di FEEM - Le attività a Ravenna: Il progetto "coLABoRA"

Il progetto coLABoRA nasce da un’idea dell’Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Ravenna e di Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM), in collaborazione con Fondazione Flaminia e Camera di Commercio e Provincia di Ravenna per la generazione e la condivisione di competenze e di capacità innovative volte a valorizzare il patrimonio culturale, relazionale e imprenditoriale del territorio ravennate. Nell'ambito delle azioni del progetto, FEEM si occupa in particolare di: a) realizzare attività di formazione per la definizione delle idee imprenditoriali da inserire nell'incubatore; b) selezionare le migliori idee imprenditoriali da "incubare"; c) monitorare i progressi delle startup e dell’impatto delle iniziative "incubate"; d) curare la comunicazione del progetto, tra cui i contenuti del sito web e i canali social. 

Visita il sito web del progetto!

Next
 
 
Feem Eventi
Calendario
agosettembre 2016ott
dolumamegivesa
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

Cliccando su una data in arancione visualizzerai la pagina dedicata a un prossimo evento FEEM (in lingua inglese).



 
Top